4 aspetti principali che gli studenti devono conoscere – imparare il francese contro l’italiano

4 aspetti principali che gli studenti devono conoscere – imparare il francese contro l’italiano

Italiano vs francese – Tutte le somiglianze e le differenze fondamentali in grammatica, vocabolario, pronuncia e ortografia – per gli studenti di lingue.

Stai guardando: imparare il francese e l’italiano

Condividi questo:

Italiano e francese: tutte le somiglianze e le differenze di grammatica, vocabolario, scrittura e pronuncia.

Se stai pensando di imparare l’italiano o il francese, probabilmente ti starai chiedendo quanto siano simili o diversi l’italiano e il francese.

Oppure, se conosci già l’italiano o il francese, potresti chiederti “Quanto è simile il francese all’italiano?” o “Quanto è simile l’italiano al francese?”. Mi chiedevo sicuramente le stesse cose, prima di imparare entrambe.

Nello stesso spirito di alcuni dei nostri altri articoli che confrontano le lingue, ho deciso di mettere insieme questo confronto “italiano vs francese” per aiutarti a capire cosa hanno in comune e cosa è unico.

immagine di copertina italiana vs francese con caffè espresso e croissant

Panoramica di italiano vs francese: somiglianze e differenze fondamentali

Se dovessi spiegare italiano e francese in una frase, sarebbe questo:

L’italiano e il francese hanno una grammatica simile a livello concettuale ma in pratica hanno una grammatica abbastanza diversa che, combinata con la pronuncia e il vocabolario diversi, sono lingue abbastanza distinte — ma abbastanza vicino che chi parla di uno potrebbe imparare l’altro più facilmente di qualcuno che non parla neanche.

In modo un po’ più dettagliato…

Grammatica italiana vs francese è concettualmente simile. Sono entrambi linguaggi soggetto-verbo-oggetto e coniugano verbi in modi simili. La grammatica italiana e francese condividono concetti come “pronomi avverbiali” che altre lingue romantiche come lo spagnolo non hanno. Inoltre, entrambi tendono a usare il passato perfetto più del semplice passato. Ma in pratica, le regole per la coniugazione sono molto diverse, quindi devi semplicemente imparare di nuovo le regole.

Lingue soggetto-verbo-oggetto - sia italiano che francese (e inglese) sonoL’italiano e il francese sono entrambi soggetti -verbo-oggetto

Il vocabolario in italiano e francese si sovrappone ma è ancora una volta abbastanza diverso. Molti verbi, nomi e aggettivi ricordano, come manger e mangiare (“mangiare” rispettivamente in francese e italiano), port e porta (“porta”) e grand e grande (“grande”). Ma ci sono molte altre parole comuni che sono molto diverse.

La pronuncia in italiano e francese è abbastanza diversa e segue regole diverse. L’italiano è staccato (una parola più appropriata che mai, dato che è un staccato è una parola in prestito italiana! )

Infine, l’alfabeto scritto in italiano e francese è sostanzialmente lo stesso, ma ogni lingua ha le sue regole di pronuncia (e alcuni caratteri speciali univoci).

Continua a leggere per maggiori dettagli.

Grammatica italiana vs francese

Grammatica italiana e francese condividono parecchio!

Sono entrambe lingue romanze, della stessa famiglia di lingue che derivano dal latino, quindi molti dei concetti fondamentali sono gli stessi.

L’ordine delle frasi è lo stesso — Soggetto-verbo-oggetto. Di seguito sono riportati alcuni esempi.

IngleseItalianoFranceseVoglio mangiare una melaVoglio mangiare (verbo) una mela (sostantivo)Je veux manger une pommeAmo così tanto le acciughe che voglio piangereAmo così tanto le acciughe che voglio piangereJ’ aime tellement les anchois que je veux pleurerIl mio hovercraft è pieno di anguille!Il mio hovercraft è pieno di anguille!Mon aéroglisseur est plein d’anguilles!

Coniugazione francese vs italiana

Nella coniugazione, italiano e francese usano la coniugazione in modo simile, con alcune importanti differenze.

  • L’italiano e il francese usano entrambi la coniugazione “I” (io e je) e “Noi” (noi e nous) allo stesso modo.
  • L’italiano e il francese hanno un singolare informale “tu ”, che è tu in entrambe le lingue
  • L’italiano e il francese hanno entrambi un “lui/lei” separato (lui/lei e il/elle), e loro (ils/elles ed essi/esse)
  • Per il “tu” formale (singolare), francese e italiano sono leggermente diversi:
    • Il francese usa la coniugazione vous, fondamentalmente fingendo la persona con cui stai parlando è un gruppo di persone
    • L’italiano usa la coniugazione Lei, che funziona come lui/lei (lui/lei).

La formalità in francese e in italiano è abbastanza simile. Se stai parlando con una persona più anziana o una persona che hai appena incontrato che ha la tua età o più, generalmente usi la coniugazione formale.

Soggetto pronuncia in italiano vs francese

Una differenza nella grammatica della coniugazione in italiano e francese, che è correlata alla pronuncia, è che in francese di solito si dice il pronome soggetto, mentre in italiano lo usano solo per enfatizzare.

Ad esempio, chiedere a qualcuno “Vuoi prendere un caffè?” in italiano e francese è:

  • Vuoi prendere un caffè?
  • Est-ce que tu veux prendre un café?

In italiano useresti il ​​pronome soggetto solo per enfatizzare.

  • Ma Lei preferisce ci andare subito, non? (usando Lei per distinguere dalle preferenze di qualcun altro, ad esempio quelle di chi parla)

Un’altra differenza tra la grammatica italiana e quella francese, che noterai nell’esempio sopra, è che il francese ha un ordine delle frasi diverso per le domande.

In francese, puoi utilizzare i marcatori di domanda (est-ce que?) o invertire l’ordine delle parole (Voulez vous?). Non lo fai in italiano.

Pronomi avverbiali in italiano e francese

Una cosa comune alla grammatica italiana e francese, ma non presente nella grammatica spagnola, è l’uso dei pronomi avverbiali.

“Che diavolo sono i pronomi avverbi?” tu piangi. Scusate. Normalmente non uso termini grammaticali. In effetti, non ne conosco molti! Lo metto solo lì nel caso qualcuno lo stia cercando su Google.

In italiano e francese, i “pronomi avverbiali” sono scorciatoie per interi altri frammenti di una frase.

Il francese en è equivalente all’italiano ne e significa “un po’ di esso”, più o meno (non si traduce proprio).

La y francese è equivalente alla ci italiana e significa “un luogo”.

Utilizziamo alcuni esempi per spiegare i pronomi avverbi in italiano e francese:

Inglese (frase breve)ItalianoFranceseDevi andare !Devi ci andare!Il faut que tu y ailles!Ci penso su< /strong> a lot.Ci penso molto.J’y pense tout le temps.Vuoi di più (of it)?Ne vuoi ancora?Est-ce que vous en voulez encore?Non so niente al riguardo.Non ne so niente!J’en sais rien! (colloquiale)Uso di pronomi avverbiali in italiano e francese

È sorprendente che frasi simili esistano in italiano e francese, e persino in catalano, ma non in spagnolo. Forza ragazzi, siete tutti vicini di casa!

Vocabolario francese vs italiano: alcune sovrapposizioni

Ci sono molte parole in italiano e francese che sembrano simili e sono chiaramente correlate.

Ma a causa della differenza di pronuncia, non puoi dire che siano la “stessa” parola. Nel migliore dei casi, uno è un mnemonico per l’altro.

Verbi francesi e italiani

Cominciamo con alcuni verbi: ci sono molti verbi comuni simili, ma alcuni diversi.

IngleseItalianoFranceseCommentoto goandareallerDifferentto wantvolerevouloirSimileto eatmangiaremangerSimileto sleepdormiredormirSimileto needavere bisognoavoir besoinSimilarto changecambiarechangerDifferentto speakparlareparlerSimileto thinkpensarepenserSimilarto ridereridererire Un po’ simile…to comevenirevenirSimile

I verbi sono spesso abbastanza simili da rendere facile ricordare l’infinito del verbo. Ma devi ancora imparare le coniugazioni, soprattutto perché a) la pronuncia è diversa e b) la coniugazione dei verbi comuni è solitamente irregolare.

Ad esempio “Voglio mangiare un gelato” (usando i verbi volere e mangiare):

  • Italiano: Voglio mangiare un gelato.
  • Francese: Je veux manger une glace.

Oppure “Ho mangiato troppo gelato”:

  • Italiano: Ho mangiato troppo gelato.
  • Francese: J’ai mangé trop de glace.
  • Nomi francesi e italiani

    Quando arriverai ai livelli avanzati, ad esempio parlando di economia o politica, scoprirai che francese e italiano usano più o meno le stesse parole. Quindi leggere un giornale non è troppo difficile.

    Ma i nomi e gli aggettivi francesi e italiani di tutti i giorni possono essere molto diversi.

    Esaminiamo queste varie parole in categorie per esaminare le differenze. Ho messo in grassetto quelli che hanno una somiglianza (cioè sarebbero facili da ricordare).

    IngleseItalianoFrancesemela, banana, frutta, sedano, zucca, spinaci, manzo, latte, uova, cheesemela, banana, sedano, zucca, spinaci, manzo, latte, uova, formaggiopomme, banane, frutta, céleri, citrouille, épinard, boeuf, lait, oeufs, fromageshop, strada, auto, luce, sole, luna, casa, bicicletta, ospedale, giornalenegozio, strada, automobile, luce, sole, luna, casa, bicicletta, ospedale, giornalemagasin, rue, voiture, lumière, soleil, lune, maison, vélo, hôpital, journaldivano, frigorifero, sedia, penna, scrivania, carta, computer, parete, portadivano, frigo, sedia, penna, scrivania, carta, computer, muro, portacanapé, réfrigérateur/frigo, chaise, stylo, bureau, papier, ordinateur, mur, porteperson , bambino, ragazzo, ragazza, uomo, donna, padre, madre, zio, ziapersona, bambino, ragazzo, ragazza, uomo, donna, padre, madre , zio, ziapersonne, enfant, garçon, fille, homme, femme, père, mère >, oncle, tantemoney, business, wallet, cash, work/job, vacation/holidaysoldi, affari, portafoglio, contanti, lavoro, vacanze argent, affaires, portefeuille, espèces, travail, vacancesalbero, cielo, pianta, erba, roccia, vetro, plastica, cosa albero, cielo, pianta, erba, roccia, vetro , plastica, cosaarbre, ciel, plante, herbe, rocher, verre, plastique, scegligiorno, settimana, mese, anno, ora, minuto, secondo, oggi, domani, ieri, dopo, primagiorno, settimana, mese, anno, ora, minuto, secondo, oggi, domani, ieri, dopo, primajour, semaine, mois, année, heure, minute, seconde, aujourd’hui, demain , hier, plus tard, plus tôtbig, piccolo, alto, basso, sottile, stretto, freddo, caldo, vuoto, pieno, buono, cattivogrande, piccolo, contralto, basso, magro, stretto, freddo, caldo, vuoto, pieno, buono, cattivogrand, petit, haut, bas, mince, étroit, froid, chaud, vide, plein, bon , mauvaisrich, povero, vicino, lontano, felice, triste, gentile, malizioso, duro, morbido, facile, difficilericco, povero, vicino, lontano, felice, triste, simpatico, cattivo, duro, morbido, facile, difficile riche, pauvre, proche, loin, heureux, triste, gentil, méchant, dur, doux, facile, difficilemeno, di più, anche (anche), già, occasionalmente, dopo, prima, pochi, molti, alcuni, spesso di meno , di più, anche, già, di tanto in tanto, poco, molto, qualche, spessomoins, plus, aussi , déjà, de temps en temps, peu, beaucoup, Certains, souventItalian e Nomi francesi: somiglianze e differenze

    Quello sopra è un elenco di parole comuni che tendiamo a imparare prima degli altri quando impariamo una lingua.

    Come puoi vedere da quell’elenco, italiano e francese hanno molte parole chiaramente correlate, abbastanza correlate che sarebbe facile imparare una lingua se conoscessi l’altra.

    Detto questo, le parole spesso hanno un aspetto diverso e in ogni caso sono pronunciate in modo abbastanza diverso. La grammatica è l’ultima goccia. Français n’est past trop facile, ma neanche Italiano è troppo facile.

    Pronuncia e alfabeto in italiano e francese: abbastanza diversi

    Infine, diamo un’occhiata alle regole di pronuncia tra francese e italiano.

    Ecco una rapida panoramica delle somiglianze e delle differenze nella pronuncia francese e italiana

    In generale, francese e italiano sono lingue dal suono molto diverse. Il francese è quasi morbido e sfocato rispetto alla pronuncia nitida e staccata degli italiani.

    Il francese è molto più fonetico dell’inglese, ma non è ancora una lingua fonetica in nessuna delle due direzioni.

    In francese è relativamente facile pronunciare ciò che è scritto, ma è molto più difficile scrivere ciò che senti.

    Per leggere il francese, devi a) conoscere le regole, b) essere in grado di emettere i suoni (i suoni nasali e la “r” in particolare prendono pratica), e c) conoscere le eccezioni (come il motivo per cui si pronuncia la “ll” in mille ma non in fille).

    Ma anche se sai leggere il francese ad alta voce, scrivere in francese quando lo senti è molto più difficile.

    Ad esempio, molte coniugazioni quotidiane della stessa parola suonano allo stesso modo! Je mange, tu manges, il mange, ils mangent — a parte il pronome, suonano tutti allo stesso modo.

    Ecco cosa rende unico la pronuncia francese:

    • Ci sono lettere mute alla fine di molte parole, ad es. trop, parfum, froid, poulet, vous, prix, chez
    • Lo stress è solitamente sull’ultima sillaba.
    • La lettera “r” è molto diversa e penso sia unica in francese. È una fricativa glottale. (“Come mi hai chiamato, tu… fricativa glottale?”)
    • Diversi gruppi di vocali possono suonare allo stesso modo — ad es. au e eau (per non parlare di eaux),
    • Ci sono suoni nasali, ad es. ain/ein/im, en/en, an/and, on, un (e suonano tutti unici!)
    • C’è un collegamento per prevenire suoni consonantici sequenziali, come de s oeufs ha una “s” muta, ma la “s” è pronunciata in des verres
    • La lettera h è muta< /strong> all’inizio delle parole (e prima di una vocale, cosa che penso sia sempre così…), ad es. herbe e huile
    • Sia t che th si pronunciano allo stesso modo (tête, thé)
    • La lettera “o” cambia di pronuncia
    • forte> tra parole diverse, ad es. in bon mot, o se ha un cappello ô
    • Il gruppo di lettere “ll” è solitamente pronunciato come una “y”, ma a volte le lettere sono pronunciate come “ l” come vuole la natura.
    • Ci sono alcune lettere e accenti speciali, come ê, î, ï, ô, ç, é, è, á, à, u< /li>

    Non sono nemmeno tutte le regole, né una guida alla pronuncia francese. Questo è solo un indizio che le cose possono diventare difficili!

    Allo stesso modo, in francese, cose come i participi passati (mangé) si pronunciano allo stesso modo degli infiniti (mangiatoia). Vedo spesso errori di ortografia (o forse errori di battitura) nel testo scritto anche da madrelingua francesi.

    Al contrario, in italiano c’è una relazione scritta:parlata 1:1. Se lo senti, puoi scriverlo e viceversa.

    Potrebbe essere necessario conoscere alcune regole grammaticali (ad es. non usare “y” invece di “i”), ma sono banali.

    La chiarezza e la natura fonetica al 100% dell’italiano rendono molto più facile per un principiante imparare a parlare. In effetti, rende l’ortografia meno problematica in generale.

    Ecco le caratteristiche principali della pronuncia italiana:

    • La r è molto trillata, soprattutto quando sono due (Arrivederci!). Questo è chiamato “tocco alveolare” (non ti piacciono questi nomi che non ti dicono nulla?)
    • L’accento è solitamente sulla penultima sillaba
    • Attenzione spoiler, c’è un sacco di intonazione cantilenante in italiano!
    • Le doppie lettere ottengono uno stress extra (es. elle, essi)
    • Un ch è pronunciato “k” prima di una vocale (es. anche)
    • Il cluster qu è pronunciato kw come ci si aspetterebbe (a differenza dello spagnolo ) (questa, quando)
    • Ci sono alcuni gruppi insoliti, come gl (gli, “il” al plurale, o lui), e gh (ghiaccio, “ice”), gn (gnocchi), e sc (conoscere)
    • C’è liaison, diverso dal francese, ma con lo stesso spirito di evitare pronunce scomode, come in l ‘ospedale (contrazione dell’ospedale)
    • Le vocali e le consonanti sono pronunciate in modo coerente (più o meno come in spagnolo), tranne:
    • Il suono o cambia tra una forma aperta o una chiusa

    La mia guida preferita per padroneggiare la pronuncia in francese O in italiano è a) imitare i madrelingua e b) esagerare! Canalizza il tuo uomo francese o italiano che è in te ed esagera tutto, facendo gesti con le mani mentre procedi. Sembrerà folle per te e del tutto naturale per chiunque sia nativo!

    Se stai cercando una buona fonte di frasi in italiano o francese da ripetere, prova Speechling< /span>. È totalmente gratuito (sono un’organizzazione no-profit educativa), ma ottieni alcune cose come contenuti offline e più recensioni dei tutor se vai a pagamento.

    Prova a parlare: è gratis (per una lingua)

    Registrati a Speechling con il link sottostante. Ottieni l’accesso a tutte le frasi per una lingua, alla recensione di un vero tutor e alle loro app, gratuitamente. La versione a pagamento ti consente di ottenere l’accesso illimitato e la modalità offline.

    REGISTRATI PER PARLARE

    Differenze alfabeto italiano e francese

    Sia il francese che l’italiano sono lingue latine e usano l’alfabeto latino. Puoi leggerlo principalmente!

    Ma il francese e l’italiano hanno ciascuno delle lettere univoche che non sono presenti nell’altro (o in inglese). Alcuni di questi sono solo accenti. Eccoli.

    Ecco la maggior parte delle lettere e degli accenti comuni esclusivi del francese:

    LetterPronunciation/usageras in rouge. Non una lettera unica, ma una pronuncia unica la rende quasi totalmente diversa! Non solo ça, però, quindi non sentirti déçu (deluso)épronunciato più aperto della normale “e”. per esempio. élèveà si pronuncia come a, ma lo distingue; questo significa come in “at”èshort e suono, come é suono, come in j’achèteùno differenza di pronuncia. abbastanza insolito se non nel super comune oùâsemplicemente una caratteristica di ortografia, come in gâteau – nessuna differenza di pronunciaêsolo una caratteristica di ortografia, ad es. forêt, pronunciato allo stesso modoîsolo una caratteristica ortografica, ad es. s’il vous plaît, pronunciato lo stessoôsolo una caratteristica dell’ortografia, ad es. hôpital, pronunciato lo stessoûcaratteristica ortografica, ad es. sûr, pronunciato lo stessoïenfasi sulla i, ad es. maïs, separando la a e la i, e distinguendola da maisüemphasis sulla u, ad es. aigüe, anche se non sono sicuro che sia su altre parole œan oe sound, questo carattere è visto in boeuf e soeur, anche se non è necessarioLettere uniche in francese

    Ci sono alcune altre lettere/accenti da aggiungere all’elenco sopra, ma questo dovrebbe coprire abbastanza. Alcuni sono usati molto raramente.

    La cosa importante da capire è che, in pratica, l’uso di molti segni diacritici non è regolato da nessuna regola utile. Non c’è alcun motivo logico (diverso da quello storico) per cui scriviamo quelle parole où, gâteau o élève. A volte dimentico dove sono gli accenti, quindi lo digito come ricordo che è stato detto e la correzione automatica lo risolve per me. Se stai sostenendo un esame scritto a mano, potresti avere qualche memoria davanti a te.

    (Nota: potresti conoscere alcune regole. Sarei interessato se esistesse una regola di applicazione generale utile per più di poche parole. Se è così, dimmelo! Altrimenti, sono felice di ricordare come si scrive qualche parola e andare avanti…)

    L’italiano ha meno lettere univoche. Infatti, non ha lettere univoche che non si trovano in inglese o francese; solo accenti acuti e gravi.

    Quando c’è un accento (acuto o grave), l’enfasi si sposta sulla sillaba finale.

    Inoltre, gli accenti acuti sono pronunciati “aperti”, mentre gli accenti gravi sono pronunciati chiusi.

    LetteraSignificato/usato quandoè“è” (dal verbo “essere”), o caffèàEnfasi sull’ultima sillaba Es. realtàùEnfasi sull’ultima sillaba. Per esempio. virtùéUsate in parole d’ordine, come perchéòE.g. Però lettere uniche all’italiano

    E ovviamente l’italiano ha la lettera r. Si pronuncia in modo diverso dal francese. Ma così tante altre lingue hanno la r trillata che non posso dire che sia unico per l’italiano.

    Wrap-up

    Questa è stata una panoramica di alto livello delle differenze tra francese e italiano. Un accademico sarebbe in grado di parlare della storia della derivazione di entrambe le lingue latine, ma io non sono così accademico!

    Se hai qualcosa in più che vorresti sapere (o se hai trovato un errore di battitura), non esitare a contattarci o lascia un commento qui sotto.

    Un po’ di me come italiano e francese

    Francese: parlo francese a livello professionale, il che significa che lavoro nella lingua senza alcun problema.

    Ho imparato il francese per la prima volta quando ho trovato un libro nel mio appartamento intitolato semplicemente Français — Troisième Livre. L’ho letto e ho fatto gli esercizi perché avevo un lavoro noioso che mi faceva stare seduto a una scrivania a non fare molto. Conoscevo uno spagnolo decente a quel punto, quindi il fatto che fosse il “terzo libro” non sembrava avere importanza.

    Più tardi, sono andato in Nuova Caledonia per alcuni mesi per fare “lavoro di volontariato” per la mia allora (ora ex) comunità religiosa (Baha’i). In pratica sono stato io ad uscire con persone che parlavano francese in paradiso per due mesi. Ottimo per il mio francese, ma non ho davvero idea di quale aiuto mi stessero aiutando.

    E infine, ho davvero dormito sul mio francese per un anno di scambio in Francia all’INSA-Lione, dove ho persino svolto la mia tesi di ingegneria in francese.

    Italiano: Parlo italiano a livello professionale, ma non l’ho mai studiato formalmente. Ma l’ho studiato!

    In realtà, ho imparato l’italiano su un aereo diretto in Italia, leggendo un libro (Insegnami l’italiano) e fissando le regole mentre andavo.

    Beh, tipo. Non è tutta la storia. Prima di allora, avevo

    • Imparato fluentemente il francese e studiato per un anno in Francia alcuni anni fa
    • Imparato fluentemente lo spagnolo e vissuto/lavorato in Spagna per cinque mesi, e
    • Ho ascoltato casualmente il notiziario italiano mentre andavamo all’università, cercando di dargli un senso e abituandomi al flusso della lingua lungo il percorso.

    In precedenza mi ero rifiutato di imparare l’italiano perché non era “utile” per me. Ma poi ho avuto la possibilità di andare in Italia (e solo Italia, senza altre opzioni) in cambio per sei mesi. L’ho afferrato. È ora di imparare finalmente la lingua! Così ho comprato quel libro e ho letto le regole della lingua sull’aereo. Conoscendo il francese e lo spagnolo, è stato facile prendere approssimativamente la media e capire l’italiano.

    Quando sono arrivato in Italia, sono rimasto con una famiglia per una settimana lasciando che il mio italiano colloquiale si addormentasse lentamente. Non parlavano affatto con me in inglese! Dopodiché, ho usato l’italiano nella vita di tutti i giorni durante il mio scambio semestrale per ascoltare le notizie, negoziare con i proprietari, comprare cibo e farmi degli amici nella comunità locale (era una piccola città).

    Da allora, per lo più ho continuato così. Non insegnerò l’italiano a nessuno, ma mi piace parlarlo con qualcuno di nuovo ogni tanto.

    Condividi questo:


Vedi ulteriori informazioni relative al contenuto imparare il francese contro l’italiano

Quando l’italiano copia il FRANCESE: i francesismi, con @French mornings with Elisa

alt

  • Fonte di informazioni: Podcast Italiano
  • Data di pubblicazione: 2022-03-27
  • Rating: 4 ⭐ ( 9702 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: RNs: Earn Your BSN in as little as 1 Year.

▷ Corso di francese gratis

  • Fonte di informazioni: www.loecsen.com
  • Rating: 5 ⭐ ( 8898 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Corso di francese. Metodo per apprendere facilmente il vocabolario, le espressioni pratiche e la pronuncia corretta per parlare in francese.

Imparare il francese

  • Fonte di informazioni: it.babbel.com
  • Rating: 4 ⭐ ( 3389 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Il francese è la seconda lingua più parlata in Europa. È utile nella moda, nel turismo, e soddisfa la curiosità nei confronti della cultura d’oltralpe.

Imparare il francese: tutti i consigli per migliorare

  • Fonte di informazioni: www.controcampus.it
  • Rating: 3 ⭐ ( 5995 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Volete trasferirvi per lavoro o per studio e avete bisogno di migliorare il vostro francese? Ecco tutti i modi per imparare il francese

Duolingo

  • Fonte di informazioni: it.duolingo.com
  • Rating: 4 ⭐ ( 4032 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca: Tutti possono imparare su Duolingo con la nostra app gratuita e sul web. Impara francese con lezioni ottimizzate e studiate per te.

Quanto è difficile imparare il francese?

  • Fonte di informazioni: it.quora.com
  • Rating: 4 ⭐ ( 5303 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

imparare il francese e l’italiano contemporaneamente

  • Fonte di informazioni: rlinstitutes.com
  • Rating: 3 ⭐ ( 2434 Rating )
  • Abbina risultati di ricerca:

Vedi altri articoli in questa categoria: Imparare la lingua straniera

See also  Finalmente puoi imparare il francese canadese invece del francese di Parigi - imparare il francese online in canada